Tela aida: SCONTO 25%!

Scritto da: Silvia Bonacina In: Ricamo Su: sabato, agosto 19, 2017 Commento: 0 Colpire: 385
La tela aida: un tessuto da ricamo a trama regolare che permette di realizzare tanti schemi a punto croce!

Quante di noi si porteranno il materiale da ricamo anche in vacanza? Primo perché è forse l’unico momento in cui possiamo rilassarci davvero e pensare alle nostre crocette in tutta serenità e secondo perché si sa … la Natura è sempre grande fonte d’ispirazione e ci può suggerire tantissime idee per confezionare nuovi lavori e scegliere schemi a tema.

Per tutte le veterane si tratta soltanto di sfoderare la nostra borsa DMC da viaggio e di inserirvi matassine, ago, fogli con gli schemi e i nostri inseparabili supporti ricamabili. Per chi invece è alle prime armi ci sono dei consigli utili da tenere presente soprattutto se dobbiamo spostarci e portare con noi il materiale.

Innanzitutto: che tipo di aida scegliamo?

In commercio ci sono diverse trame che si lavorano con aghi di misura differente. La 55 e la 44 fori sono quelle più utilizzate e si lavorano con aghi senza punta misura 24 o 28; la 60 fori è una via di mezzo e si lavora con l’ago un po’ più sottile come il 28 così come la 72 fori che è quella con la trama più fitta. Per chi non sapesse cosa significa la dicitura 55 fori è molto intuitiva da capire: se misuriamo 10 cm di tessuto e proviamo a contare quanti quadretti ci sono il totale è circa 55 e lo stesso procedimento si può applicare anche alla 44, alla 60 e alla 72 fori.

Gli aghi che si utilizzano per ricamare su tela aida sono senza punta perché la trama è molto regolare e un ago da cucito con la punta potrebbe rovinare il tessuto e avendo una cruna più larga di forma ovale permette di inserire più capi di filo senza troppa fatica. Solitamente, infatti, si ricama a due fili sulla 44, 55 e 60 fori mentre ad un solo filo sulla 72 fori.

Se ci capita di curiosare su internet e di visitare pagine in inglese potremmo trovare un riferimento diverso per indicare la trama della tela aida. Quella più utilizzata è 14 count che equivale alla nostra 55 fori oppure anche 11 count per la 44 fori. 

Queste sono in linea generale le principali indicazioni per chi si avvicinasse al mondo del punto croce.

Poi ci sono anche diverse consistenze di tela aida: un esempio?  Molto famosa è la Zweigart, rinomata perché risulta più rigida e quindi più facile da ricamare. Altre, invece, hanno una consistenza morbida che richiede l’utilizzo di un telaio circolare in legno. Quella che di solito troviamo inserita sui supporti da ricamo come presine, strofinacci, ecc. è del tipo morbido per risultare più maneggevole durante la lavorazione.

Se volessimo ricamare qualcosa di diverso allora potremmo scegliere quella colorata in modo da giocare con le diverse sfumature e utilizzare matassine di mouliné particolari come il Coloris e il Light Effect, che doneranno all’insieme un tocco unico e particolare!

Approfittiamo dello SCONTO AL 25% sulla tela aida e iniziamo a progettare nuovi ricami magari per una nascita, un compleanno o semplicemente per il puro gusto di ricamare e avere per noi un quadro.

Per chi di noi avesse difficoltà a regolarsi con le dimensioni dello schema niente paura: una soluzione è la tela aida EASY COUNT! Già dal nome possiamo intuire di cosa si tratta … E’ una normale tela aida con un’imbastitura già costruita e formata tanti quadretti 10x10 crocette, in modo che il conteggio risulti davvero semplice. Una volta terminato il ricamo sarà sufficiente sfilare il filo grigio.

Le alternative sono davvero tante e adatte per tutti i livelli di ricamo. Lasciamoci ispirare dalla Natura e iniziamo a crocettare come se non ci fosse un domani!

Commenti

Lascia il tuo commento

Notizie dal nostro Blog