Prodotti in offerta

Categorie

I più venduti

Informazioni

Tessuto di spugna: curiosità e consigli!

Published : 07/06/2017 09:48:09
Categories : Ricamo

L’espressione “assorbe come una spugna” è spesso utilizzata riferendosi ad una persona estremamente recettiva sia a livello emotivo che intellettuale … ma ci siamo mai chieste da cosa deriva? Il paragone è stato fatto pensando all’animale marino che porta questo nome, la spugna appunto, che in fatto di assorbenza è molto efficiente. Noi oggi parleremo sì di SPUGNA ma concentrando la nostra attenzione sul tessuto che ogni giorno ci coccola in un abbraccio soffice e ci asciuga in fretta e con delicatezza.

Prima che il tessuto di spugna venisse introdotto e prendesse piede come elemento immancabile in ogni bagno ci si asciugava con la tela e la fiandra di lino per poi passare al nido d’ape: nessuno di questi materiali però eguagliava il comfort e la sensazione di morbidezza sulla pelle della spugna che compare nei primi corredi da sposa solo dopo gli anni trenta. In questo periodo veniva realizzata con “filati ritorti” soltanto in bianco e in tre o quattro colori tenui come l’azzurro, il giallo e il verde; con il grande sviluppo del dopo guerra prende piede la così detta spugna americana o idrofila tessuta con filo di cotone non ritorto che risultava molto più morbido e assorbente già dal primo utilizzo.

Senza scendere troppo nei dettagli tecnici possiamo dire che il tessuto di spugna si fabbrica utilizzando due orditi e una trama: il primo ordito, detto di fondo, costituisce la base e dona struttura, mentre il secondo chiamato “di effetto” o “di riccio” forma la superficie soffice ad anelli. L’ordito di fondo viene di solito lavorato ad una tensione maggiore rispetto a quello riccio acquisendo così la conosciuta elevata capacità assorbente. Al di là della piccola digressione tecnica, nel corso della storia la spugna si è trasformata tingendosi di mille colori e stampe diventando un elemento d’arredo fondamentale per rendere completo il nostro bagno da un punto di vista estetico.

Ne esistono diversi formati: dai teli mare agli asciugamani per il viso e gli ospiti, tutti accomunati da una caratteristica fondamentale che ne determina la qualità…. Il peso! Meno la spugna in puro cotone pesa e meno ha valore. Per valutare se stiamo acquistando una spugna di ottima fattura possiamo fare un piccolo esperimento. Mettiamo in controluce l’articolo in questione e se filtra attraverso la trama allora la capacità assorbente è molto bassa ed è probabile che la spugna si sfibri dopo qualche lavaggio, viceversa avremo a che fare con un prodotto di ottima qualità e quindi sinonimo di garanzia. Il massimo della qualità si ha quando il tessuto ha un peso di almeno 500 grammi al metro quadro. Le nostre coppie di asciugamani da bagno uniscono la qualità del Made in Italy con un peso della spugna di 550 grammi al metro quadrato!

Ovviamente per mantenere morbida la spugna ci sono piccoli accorgimenti da seguire durante il lavaggio che per fortuna non sono assolutamente complicati: di solito leggere l’etichetta è la soluzione migliore però diciamo che è buona norma non superare i 40 gradi soprattutto per quelle colorate. Anche se sembra un controsenso è meglio non utilizzare troppo ammorbidente perché è una sostanza “grassa” che rende la spugna morbida al tatto ma ne compromette l’assorbenza. Se poi l’acqua risulta calcarea è probabile che indurisca prima del tempo la fibra perché di norma tende a trattenere il calcare: per ovviare il problema possiamo immergere per qualche ora il nostro asciugamano o accappatoio in una miscela di tre quarti di acqua calda e un quarto d’aceto per poi passare al lavaggio abituale.

 

Detto questo per tutte noi amanti dell’home decoring scegliere i giusti elementi d’arredo è fondamentale e all’interno del bagno sicuramente gli elementi in spugna sono essenziali. Che siano accappatoi, tappetini, coppie di asciugamani (viso e ospite) la parola d’ordine è “abbinare” giocando con i colori.

APPROFITTIAMO DELLO SCONTO DEL 25% SU TUTTA LA COLLEZIONE e lasciamoci avvolgere in un caldo abbraccio!

Share this content

Add a comment

 (with http://)